• Dott.ssa Paola Trombini Psicoterapeuta

BAMBINI E INTERVENTI PSICOLOGICI: COSA ACCADE DENTRO UNA STANZA DI TERAPIA?

Aggiornamento: 2 lug 2020




“Come ti senti oggi Francesco?”

      “Mmm aspetta, te lo disegno…”

      “Penso proprio che tu sia arrabbiato oggi!”




Molti immaginano la terapia psicologica per un bambino come qualcosa di “impegnativo”…

Ma l’intervento psicologico rivolto ai bambini è davvero molto diverso da quello che normalmente si fa con l’adulto.

I bambini fanno fatica ad esprimere verbalmente i propri vissuti ed emozioni: a volte per questo può essere più difficile capirli.

Nella stanza di terapia si utilizzano molti canali non verbali per poter accedere al piano emotivo e “parlare” del proprio mondo interno.


ADATTARSI AL BAMBINO USANDO IL “SUO” LINGUAGGIO PREFERITO E’ INDISPENSABILE.

Per i bambini giocare, disegnare, costruire e “fare finta” sono dei modi importanti di condividere vissuti, emozioni e di provare a risolvere i propri problemi.

Quando si lavora con i bambini, generalmente, non si usa la terapia della parola, si utilizza piuttosto un linguaggio a loro più vicino: IL LINGUAGGIO DEL GIOCO.


Se ci pensiamo i bambini fanno tutto attraverso il gioco: imparano che una cosa si può rompere, imparano a collegare informazioni e sequenze di un racconto e anche quali sono le “regole del gioco” e ciò che si può e non può fare.

Nel gioco si sentono cosi tanto al sicuro che si permettono di “parlare di sé” e hanno la possibilità di farlo con un linguaggio semplice e concreto, non complicato come quello degli adulti.

Ciò non significa che non si parla ma la comunicazione si “gioca” all’interno della fattoria degli animali, tra le bambole e le barbie o mentre dipingiamo i nostri eroi preferiti.

In psicoterapia il gioco è il principale canale per esplorare il mondo interno dei più piccoli, rappresentarlo e accompagnarli ad armonizzarlo.


LE 3 GARANZIE IMMANCABILI DEL LAVORO CON IL BAMBINO:

-SPONTANEITA’ per esprimere sé stesso: attraverso il gioco e il disegno

-RISPETTO della propria libertà e iniziativa: affinchè senta di essere ascoltato

-LIBERTA’ di dire e non dire ciò che desidera: senza essere forzato

Per decenni queste modalità di intervento hanno aiutato molti bambini a trovare le giuste modalità per esprimersi e stare meglio.



34 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti